Lorenzo Somelli, Sotto l’ombra

11,00

L’istanza del presente si rivela insomma una forma di resistenza almeno quanto è una espressione di risentimento, nell’epoca in cui l’io del poeta (qualunque poeta) per potersi dire deve fronteggiare i flussi (a partire dal flux de connerie del mondo comunicativo), sapendo però di essere a propria volta fluido, se non evanescente. La doppia evocazione di Rimbaud affianco a Gozzano è forse la perfetta sintesi di una poesia tanto consapevole quanto animata da una urgenza che vuole essere-presente. E che in questo modo riesce a farsi memorabile anche per il lettore.
Dalla prefazione, a cura di Giancarlo Alfano

Categoria:

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Lorenzo Somelli, Sotto l’ombra”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.