Maria Lo Conti, Addomesticare le bestie

8,00

Di bestie mutevoli che abitano l’umano prendendo la forma della parola, ora spostandosi nel verso dell’abbandono, fatale esito che permea il mondo delle cose, la poesia di Maria Lo Conti è un invito a perdersi nelle maglie del segno per indagarne l’abisso, farsi sguardo partecipe del mutamento di ogni certezza, sentirne il peso schiacciante come pietra che opprime e fagocita mente e corpo, nell’ordine e disordine delle figure che si ripetono: parola che spinge al limite il senso delle cose, che «contiene dell’infinito solo il germe/e noi che siamo/dell'ultimo mondo/i più insaziati insetti, il  seme/senza il conforto della neve». Così la ricerca diviene il presupposto della poesia, che il poeta attraversa per abitare l’inizio e la fine di un essere nel mondo come condizione ontologica, nella  misura di un agire che si rivela nel vedere oltre gli emblemi della parola, un viaggio che è  mutamento dell’esistere, preludio di un’apertura al nome che noi stessi siamo.

Categoria:

Informazioni aggiuntive

ISBN

978-88-943339-6-1

Collana

Poesia

Autore

Maria Lo Conti

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Maria Lo Conti, Addomesticare le bestie”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *